EVENTO 59 DEL 26 OTTOBRE 2019

Giornata densa oggi 26 ottobre 2019 al Caffarella parkrun.

26.10.2019

Anche se l'omonimia poteva trarre in inganno, non erano Brad Pitt e Angelina Jolie i due parkrunners in luna di miele a Roma. Ci hanno comunque deliziato ed onorato con il desiderio che fosse proprio il  circuito romano, fresco del suo primo compleanno, a suggellare il loro sodalizio amoroso e sportivo, la loro prima corsa al parkrun da sposati. I nostri migliori auguri a Mr & Mrs  Smith dalla cittadina di  Peets Wood  Londra
Tra l'altro i novelli sposi hanno potuto calpestare per la prima volta il nuovissimo tratto di pista (foto) che la collaborazione del comitato per  la Caffarella ha reso possibile con le donazioni del 5 per mille dei cittadini. Un  sentiero impervio e disagevole è  stato trasformato in un dolce pendio, con somma soddisfazione dei runners, che alla fine dei cinque chilometri in molti hanno deciso di ripercorrere il tragitto appena terminato, complice l'aria che va rinfrescando nonostante la calda splendida giornata da ottobrata romana, come tradizione vuole. Non solo i nostri hanno apprezzato la miglioria: anche semplici passanti, ciclisti, camminatori nordic, bambini in passeggino, e persone disabili che sono stati facilitate ad accedere a posti per loro finora proibiti. La collaborazione fra volontari di parkrun e Comitato, sotto l'iniziativa di Marcello Romano, ha dato questi frutti eccellenti.
Abbiamo avuto anche l'entusiastica partecipazione di due siciliani doc, Alessandro e Francesco, i quali al termine della manifestazione hanno promesso di tornare presto in questo luogo paradisiaco: ne siamo lusingati.
Ormai, come già ricordato, Caffarella parkrun ha festeggiato il suo primo anno, e non siamo più in rodaggio: anzi il motore è ben oliato. Cercheremo di fare sempre meglio con l'aiuto dei tanti  che si aggiungono con entusiasmo nell'organizzazione e la partecipazione massiccia di coloro che vengono attratti dal forte impatto visivo, tattile ed emotivo che questo sito fascinoso esercita sui partecipanti, di cui moltissimi stranieri. Oggi tra più di 60 runners (...) ha ottenuto un  ottimo 17.01: merito della pista? certo che veder passare tutti veloci, in sicurezza e con un sorriso incredulo di fronte a tanta bellezza rende i volontari parkrun molto felici del loro lavoro.
 

PRIMO ANNO DI CAFFARELLA PARKRUN

Immaginate quelle grandi feste di famiglia che ormai appartengono quasi esclusivamente al buon tempo andato: un salone gremito di gente di tutte le età le cui voci si sovrappongono tra risa, esclamazioni di sorpresa, apprezzamento per il buon cibo. La gioia insomma di ritrovarsi attorno alla tavola, congratularsi per la buona salute dei nonni e la crescita incredibile dei bambini. Oggi le case sono piccole perlopiù, e le famiglie affatto desiderose di rimanere chiuse tra quattro pareti: troppe ore di ufficio per gli adulti, il lavoro domestico rimandato al fine settimana, i figli liberi finalmente dal tedio delle ore pomeridiane passate sui banchi quando da fuori il sole invita ancora al gioco e alla libertà.

 

28 settembre (10)

Questo è apparso subito oggi, una quantità di persone desiderose di aria aperta e buona compagnia, che l’ottimo fotografo Gianfranco ha immortalato nella posa classica di una riunione di famiglia, appunto. Habitués del parco dagli ottanta ai due anni, tutti in scarpette e calzoncini; un labrador allenato come guida per i non vedenti che indossa la maglietta con lo stemma della sua onlus, infilata sulla nobile testa e tra le zampe poderose; bambini con i capelli ancora striati dalla salsedine estiva, brillanti come oro sotto il sole carezzevole del mattino. Si vede che sono ansiosi di correre, di partecipare come piccoli pesci nella fiumana che tra poco partirà, di dimostrare a tutti quegli zii, nonni e cugini acquisiti che anche loro sono capaci, che resisteranno per cinque chilometri senza lamentarsi. Grande scuola di vita. La cosa più bella l’ha detta una mamma all’arrivo: “ questo voglio che vedano i miei figli, la condivisione.”

28 settembre (11)

Noi volontari abbiamo con questo spirito di gruppo preparato un rinfresco all’aperto, per festeggiare un evento che si ripete felicemente ormai da un anno: ogni sabato è una festa, i partecipanti sono molti ed eterogenei per età, genere ed etnia. Arrivano con qualunque tempo, nel solleone di agosto come nelle gelate di febbraio; tanto più in questa giornata di fine settembre, calda ma non soffocante, che riserva la sorpresa di questo speciale compleanno. La grande famiglia allargata di quelli che già si conoscono e si confrontano con i nuovi, di passaggio o definitivi che siano, si accosta al campestre buffet dove trionfa la torta coperta di panna. Nessuno sgomita, si attende il proprio turno chiacchierando con la leggerezza della prova superata insieme, ognuno con i propri mezzi. Tutti noi volontari abbiamo appoggiato la bella iniziativa  di Marcello e ognuno di noi con grande piacere ha contribuito alla riuscita di questa grande festa, trascinati dal suo indistruttibile entusiasmo. Gianfranco inquadra quelli di noi che ci sono oggi, ma sabato prossimo torneranno quelli che si alternano da un anno per vincere questa scommessa sul bene collettivo: sarà bello incontrarsi, sarà un bene anche per noi che non corriamo fisicamente ma con la testa, tesa alla riuscita dell’evento. È questa una grande soddisfazione, di quelle capaci di legare nelle cose buone le indoli umane, anche le più diverse.

28 settembre (1)

Poi Marcello taglia quadrati dal soffice dolce, come un patriarca dell’antico testamento che distribuisca la manna al popolo affamato.  Nonostante l’ora, stappare il prosecco è d’obbligo: buon compleanno, Caffarella parkrun: 100 di questi giorni!

 Il gruppo volontari parkrun

 

Messaggi più vecchi del mese in corso ⇒
⇐ Messaggi più recenti del mese in corso