Roma Pineto parkrun #044: 26 gennaio

English version

La pioggia dei giorni precedenti regala una tregua proprio per il sabato della parkrun e così 22 parkrun hanno sfidato il freddo per la 44esima Roma Pineto parkrn. Per l’occasione abbiamo avuto la fortuna di avere con noi sia Emanuele Musolino di foto4go (qui la galleria delle sue foto) sia il cronista podista Aldo Zaino che ci ha regalato anche un report della giornata (link).

Diversi anglofoni, che però ormai sono nostri amici abituali, e solo una coppia di veri turisti: in particolare l’inglese Laura WHITE che è la veterana di giornata con le sue 73 parkrun.

roma_pineto_parkrun44-96

Vista la penuria di new entry non sorprende che i più veloci di giornata siano due nostri parkrunner storici ossia il solito Luigi DE LUCA e Jenny STRIPE.

roma_pineto_parkrun44-187

La novità è rappresentata da Alberto RAVANETTI con un passato di forte atleta da giovane. Chissà se Alberto vorrà riprovare le velocità a cui era abituato un tempo sui 5km della nostra parkun.

roma_pineto_parkrun44-115

Il terreno a tratti fangosi ha limitato i miglioramenti, pertanto merita ancora più applausi Vincenzo BITTI che nonostante le difficoltà del terreno scende sotto i 28 minuti.

roma_pineto_parkrun44-100

Sabato abbiamo avuto anche un ospite speciale a sorpresa: Mauro FIRMANI il “generale” dei marathon truppen alla ricerca di percorsi ideali per i lunghissimi in previsione della prossima maratona di Roma del 7 aprile. Tranquilli i lunghi non verranno svolti sul terreno campestre della parkrun, ma uno di quelli previsti potrebbe corrersi in zona, restate sintonizzati per novità.

roma_pineto_parkrun44-169

Sia che voi stiate preparando una maratona o una gara più breve ci sono tantissimi motivi per cui venire a correre una parkrun con noi (se non ci credete ecco un elenco assolutamente parziale di dieci motivi validi).

L’appuntamento è quindi per tutti sabato al Parco del Pineto, ingresso di via Vittorio Montiglio, alle 8e40 (con partenza alle 9).

Link ai risultati

Link alle foto di Emanuele Musolino